MAMMA TODAY una mamma di oggi

[5]

In auto con un bambino!


Ogni volta che si esce di casa con un piccolino, che sia per andare dal pediatra o a fare una gita, bisogna organizzarsi affinché il bimbo sia al sicuro e comodo in auto e non si annoi per tutto il viaggio.    

Per prima cosa parliamo dell'elemento per me più importante quando si è in auto, ossia la sicurezza. Fate molta attenzione quando selezionate il seggiolino auto per vostro figlio perché deve essere omologato e adatto al suo peso.

Per sapere se è omologato correttamente basta guardare l'etichetta e leggere se c'è scritta la fascia di peso, la scritta "Universal", il numero di omologazione e la nazione che l'ha rilasciata. Nel caso in cui vi facciate prestare il seggiolino da qualcuno che ha avuto figli parecchio tempo prima di voi allora controllate che siano a norma e se non è così allora rifiutate il prestito; è sicuramente meglio declinare gentilmente un'offerta piuttosto che mettere a rischio il vostro cucciolo. Se non avete poi possibilità di prendere un seggiolino nuovo allora vi consiglio di andare in un negozio di usato per bimbi, sicuramente troverete quello che serve a voi spendendo molto meno.     


I seggiolini da auto seguono la crescita del bimbo secondo la seguente tabella...


Tabella gruppo/peso seggiolino auto



Fino ai 10 kg ricordatevi inoltre che il seggiolino deve essere posizionato in senso opposto a quello di marcia, mentre oltre quel peso può essere messo nel verso di marcia. Ci sono poi dei seggiolini multigruppo; a me, ad esempio, è stato regalato il seggiolino auto che comprende i gruppi 1, 2 e 3.    

Di fondamentale importanza è allacciare le cinture al bimbo durante il viaggio (tra l'altro se non lo fate è prevista sia la multa che la decurtazione dei punti dalla patente!) perché così facendo potete proteggere il vostro bambino in caso di incidente; io preferisco che Daniele pianga ma rimanga allacciato tutto il viaggio e quindi sia al sicuro. Se si mette a piangere quando siamo in auto solo io e lui allora mi metto a cantare e lui si calma, se invece non si calma allora accosto e scendo a vedere cos'ha.    

Una valida alternativa per far svagare il bimbo durante il viaggio è dargli dei giochini che gli permettano di farsi passare il tempo! Dani nei viaggi brevi si addormenta e quindi non si rende conto di nulla, mentre in quelli più lunghi un po' dorme e un po' gioca. Quando non guido io allora mi siedo dietro accanto al piccolo e così quando è sveglio gioco con lui altrimenti vai di cantate!    Ricordatevi anche di preparare una borsa da tenere in auto contenente un cambio completo, pannolini e giochi. Io tengo davanti la borsa del passeggino così ho tutto a portata di mano ;-)    

Se il vostro bimbo, come il mio, suda parecchio allora vi consiglio di prendere dei copriseggiolini di spugna! Io l'ho trovato molto utile nei viaggi lunghi perché ha permesso a Daniele di sudare un po' meno del solito, certo non fa il miracolo ma qualcosina aiuta.    

Per rendere ancora più confortevole il viaggio vi consiglio poi di procurarvi anche un "reggitesta" morbido per quando il bimbo è nel gruppo 0 e un sorreggicollo per quando sarà più grande. Questo vi sarà utile per evitare che la testa ciondoli quando il bimbo si addormenta. Quando Daniele si addormenta (lui è ancora nell'ovetto perché al momento è 8,500 kg) la testa comunque un po' gli si piega nonostante il reggitesta, allora io ho trovato una soluzione molto semplice ed economica, ossia gli metto un asciugamano da viso arrotolato a fianco alla testa così che gli funga da cuscino a cui appoggiarsi quando si addormenta. Provatelo e vi assicuro che funziona, la testa non gli cadrà più da un lato nel momento in cui il bambino si addormenterà.    


Ora che vi ho dato tutte le dritte utili per affrontare il viaggio vi dico solo di ricordarvi di allacciare sempre le cinture di sicurezza al bambino e a voi e fate un buon viaggio!!!





Mamma Angi


In auto con un bambino! In auto con un bambino! Reviewed by Angela Soffiati on ottobre 21, 2015 Rating: 5

4 commenti:

  1. Sicurezza è tranquillità . Poche regole che il senso civico, e l'amore x i nostri figli, ci impongono di rispettare . Tra l'altro il buon esempio non passerà inosservato 😉

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao!
      A volte è difficile non cedere al pianto di un bimbo che non vuole stare legato nel seggiolino ma spero che tutte le mamme capiscano l'importanza di proteggere i propri figli!

      Elimina
  2. Sai che non gli ho ancora comprato il reggitesta? Eppure sarebbe sempre stato utile per il mio Tommaso, grazie di avermelo ricordato!
    Quello che hai scritto è la pura verità. Oggi più che mai è importante proteggere i nostri bimbi quando siamo in auto! Anche se il tragitto è breve, fare uno sforzo in più potrebbe salvargli la vita! Un abbraccio.
    Eleonora

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Eleonora! Alla fine basta una piccola attenzione come chiudere le cinturine dei seggiolini per proteggere le vite dei nostri cuccioli!
      Un abbraccio
      Angi

      Elimina