MAMMA TODAY una mamma di oggi

[5]

Come riconoscere l'ovulazione


Se si vuole ottimizzare le probabilità di rimanere incinta è importante conoscere il proprio ciclo mestruale e saper riconoscere l'ovulazione. Se si sa quando si ovula allora si possono aumentare le possibilità dell'instaurarsi di una nuova gravidanza concentrando i rapporti in quei giorni.

E' fondamentale quindi saper individuare, quantomeno a grandi linee, quali siano i giorni dei picchi riguardanti l'ovulazione. Ovviamente riuscire ad individuare i giorni fertili non significa che si rimarrà sicuramente incinta al primo tentativo, significa solo che si possono aumentare  le probabilità di concepimento. 



Come riconoscere l'ovulazione? Ci sono vari metodi e oggi ve ne spiegherò alcuni che si possono applicare comodamente da casa. 


MUCO CERVICALE

Il metodo più utilizzato per riconoscere l'ovulazione è l'osservazione dei cambiamenti del muco cervicale. Quando si sta  per avvicinare l'ovulazione il muco aumenta di intensità e diventa simile all'albume dell'uovo.

Dovete tenere ben presente però che ci può essere muco ma non ovulazione, quindi non è un metodo infallibile, ma è comunque abbastanza attendibile. Ovviamente bisogna conoscere molto bene il proprio corpo per riuscire a percepire i cambiamenti del muco cervicale e non si può pretendere di capire come funzioni al primo mese di osservazione.



TEMPERATURA BASALE

Il monitoraggio della temperatura basale  è un metodo molto utilizzato dalle donne che stanno cercando una gravidanza per determinare i giorni dell'ovulazione. Come riconoscere l'ovulazione con la temperatura basale? Intanto è un tipo di misurazione che necessita di un grafico. Bisogna misurarsi ogni giorno la temperatura basale e segnarla su un grafico. Nel momento in cui la temperatura nel grafico si alzerà allora vorrà dire che teoricamente in quei giorni avverrà ovualzione. 

Tenete presente che la temperatura basale va misurata tutti i giorni alla stessa ora (meglio al mattino appena sveglie prima di alzarsi) e che non è certo che l'ovulazione avvenga lo stesso giorno ogni mese, ma può essere variabile. 

Se volete utilizzare questo metodo vi consiglio di chiedere spiegazioni al medico ginecologo di fiducia così da poter capire bene tutte le variabili che dovrete inserire nel grafico  per renderlo più attendibile possibile.



TENSIONE AL SENO

Durante l'ovulazione alcune donne sentono una tensione al seno dovuta ai cambiamenti ormonali che il corpo subisce in questa fase. Il problema è che a volte si può avvertire questa tensione anche prima dell'ovulazione o addirittura dopo, quindi si può dire che questo metodo non sia molto preciso.



DOLORI ALLA PANCIA

Alcune donne avvertono nettamente l'ovulazione grazie a dei dolori alla pancia. Questo dolore però è molto soggettivo perché alcune donne percepiscono solo un fastidio, altre dolore e altre non sentono nulla. E' quindi veramente difficile stabilire in base al male alla pancia se si sta ovulando o no, ma se si conosce bene il proprio corpo può comunque essere un indice da  tenere presente.


TEST DI OVULAZIONE

Un metodo abbastanza sicuro per riconoscere l'ovulazione è l'utilizzo di test di ovulazione. Sono degli stick che servono per individurare il picco ovulatorio. Vanno utilizzati per circa una settimana e a seconda di quanto siano marcate le linee sullo stick si è in grado di individurare il giorno dell'ovulazione. 



Come sempre vi ricordo che non sono un medico, ma sono solo una mamma che racconta le proprie conoscenze, quindi se avete qualche dubbio riguardante la vostra salute vi consiglio di contattare un medico ginecologo. Il medico, dopo avervi parlato e visitato, saprà darvi delle informazioni utili riguardanti come riconoscere l'ovulazione, su come funziona il concepimento, ecc.

Come riconoscere l'ovulazione Come riconoscere l'ovulazione Reviewed by Angela Soffiati on ottobre 11, 2016 Rating: 5

6 commenti:

  1. Ottime informazioni per chi ha bisogno di una voce in più sull'argomento ottimo lavoro Angela
    un bacio

    RispondiElimina
  2. Brava, info utili.
    Il gine, però, a me aveva spiegato che quando, con il metodo del monitoraggio della temperatura basale, la temperatura si alza, ormai l'ovulazione è avvenuta. Dunque serve a intuire quando sarà il mese successivo (facendolo per un pò di mesi) e a sapere se c'è stata ovulazione, però difficilmente per aver rapporti mirati.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si esatto, forse non mi sono spiegata troppo bene... Personalmente lo trovo un metodo abbastanza complicato, ma so che molte donne si trovano bene ;)
      Un abbraccio!

      Elimina
  3. interesting post :) thanks for sharing. have a nice week!

    RispondiElimina