MAMMA TODAY una mamma di oggi

[5]

Quanti anni ti senti?


Eh l'età... per alcune donne è un problema rivelare la propria età, mentre per altre no. Il tema dell'età è sempre un po' spinoso perché va a toccare un lato emotivo alquanto rilevante. Oggi non voglio parlarti di quanti anni hai tu o io all'anagrafe, ma di quanti anni ti senti!


Gli anni che ti senti non sono dati dalla tua effettiva età, ma dalla somma di una serie di fattori. Gli anni che ti senti infatti non sono un dato fisso come quello anagrafico, ma variano a seconda del giorno, della situazione in cui ti trovi, del tuo stato d'animo, della tua storia personale, delle emozioni che vivi in quel momento, del luogo in cui ti trovi e delle persone che ti circondano. Per esempio io ci sono dei giorni, quando sono influenzata, con dei capelli improponibili e il mega pigiamone di pile addosso, che mi sento di avere 80 anni. Poi ci sono dei giorni, quando vado al parco giochi con mio figlio, quando vado in piscina, in cui mi sento di avere vent'anni. Oppure ci sono dei giorni quando vado in montagna con il mio snowboard e dalla cima scendo a valle sfrecciando sulla pista, in cui mi sento di essere senza età, mi sento come un essere etereo che viaggia in un altra dimensione. E no non mi sento in colpa di sentirmi senza età o giovane o anziana perché sono mamma e ho un bambino. Anzi credo che faccia bene sia a me che a mio figlio il fatto che io mi senta libera di essere ciò che mi va e come mi va. Credo che una mamma felice che esprime ciò che sente e come si sente faccia bene all'interno nucleo familiare. 


L'età che ci si sente è totalmente soggettiva e nessuno la può giudicare. Nessuno! Se tu ti senti 15 anni, meglio per te! Non curarti di chi ti dice che hai trent'anni e quindi dovresti comportarti, vestirti ed essere composta come una trentenne! Nel tuo tempo libero sei libera di sentirti l'età che vuoi tu. Ovvio che al lavoro è tutto un altro discorso, ma nella tua vita privata ricordati che sei libera di avere l'età che ti senti in quel momento. Se qualcuno giudica l'età che ti senti tu non curarti di lui/lei perché se ti sta additando probabilmente lo fa per invidia. Credo che tutte noi dovremmo essere libere di esprimere i nostri stati d'animo e gli anni che ci sentiamo senza il timore di un giudizio. Se oggi ti senti di avere novant'anni e vuoi stare sul divano con la copertina, fallo e basta. Se invece ti senti di avere vent'anni e vuoi andare a correre al parco con le cuffie nelle orecchie e la musica a tutto volume, fallo! Fai ciò che ti senti e non temere mai ciò che pensano gli altri. 


La mia età anagrafica dice che ho 30 anni tondi tondi, ma come ti dicevo in realtà ogni giorno mi sento un'età diversa che varia dai 15 anni agli 80 anni. Questo è il motivo per cui non mi fa paura lo scorrere dei compleanni, perché so che, se anche l'età anagrafica continuerà a progredire, la mia età mentale e spirituale continuerà a variare giorno dopo giorno. In sostanza non sarò mai nè troppo vecchia nè troppo giovane perché avrò sempre gli anni che mi sento e basta. 


E tu quanti anni ti senti?


Mamma Angi


Quanti anni ti senti? Quanti anni ti senti? Reviewed by Angela Soffiati on novembre 30, 2016 Rating: 5

3 commenti:

  1. Come te, anche io cambio da un giorno all'altro! A volte mi sento una ragazzina, altre ancora, come quando addobbo l'albero di Natale, addirittura una bambina piccola, altri giorni mi sento stanca ed oppressa come una sessantenne che sogna la pensione,altri mi sento esattamente l'età che ho. Quel che conta, però, come scrivi tu saggiamente, è che dobbiamo essere libere di essere noi stesse, sempre, indipendentemente dall'anagrafe e senza paura del giudizio altrui!!!! Brava!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esatto, l'importante è rimanere sè stesse e non curarsi del giudizio degli altri ;)
      Un abbraccio!

      Elimina
  2. L'età che mi sento dipende e cambia in base a tantissimi fattori, ma secondo me il fattore più importante è lo stato d'animo

    RispondiElimina