MAMMA TODAY una mamma di oggi

[5]

Bonus Mamma Domani: come funziona


Nel corso del 2017 le neomamme e le future mamme che hanno superato il settimo mese di gravidanza possono fare richiesta all'INPS del premio alla nascita. Vediamo insieme come funziona il bonus mamma domani, quali sono i requisiti e cosa bisogna fare per richiederlo.



Il bonus mamma domani è un premio di 800€ che viene corrisposto una tantum da parte dell'INPS, previa richiesta, a tutte coloro che nel corso del 2017 hanno avuto un bambino o lo hanno adottato e comunque a coloro che hanno superato il settimo mese di gravidanza. La cosa fondamentale è che in tutto ciò non è prevista alcuna esclusione in base al reddito, quindi non serve il modulo ISEE o altro!



Bonus mamma domani: chi può richiederlo


Il bonus mamma domani può essere richiesto da tutte coloro che nel corso del 2017 si sono ritrovate in una di queste situazioni: 

- superamento del settimo mese di gravidanza; 

- parto anche antecedente all'inizio dell'ottavo mese di gravidanza; 

- adozione di un minore; 

- affidamento preadottivo.


Se ti ritrovi in una di queste situazioni allora sappi che puoi richiedere il bonus di 800€ all'INPS.


Sappi inoltre che per poter richiedere il bonus mamma domani è necessario che tu abbia la residenza in Italia e/o la cittadinanza italiana. Per quanto riguarda le cittadine non comunitarie invece sarà necessario il permesso di soggiorno a lungo termine o lo status di rifugiato politico e protezione sussidiaria.



Bonus Mamma Domani: come funziona


La domanda potrà essere inviata all'INPS o tramite il proprio PIN dispositivo, o chiamando il contact center (803164 numero gratuito da rete fissa, oppure chiama il 0616164 da cellulare) oppure tramite un patronato e intermediari.


Potrai fare richiesta del bonus o dopo il superamento del settimo mese di gravidanza o entro un anno dal verificarsi della nascita o della adozione o affidamento. Se si presenta la domanda dopo il settimo mese di gravidanza non serve ripresentarla anche alla nascita del bambino; lo stesso vale per le preadozioni e adozioni (se si presenta la domanda durante la preadozione non bisogna farne nuovamente richiesta al momento dell'adozione). Se però si è diventate mamme di gemelli e si è fatto richiesta del bonus durante la gravidanza, allora alla nascita bisognerà inserire i dati dei minori per poter integrare il premio richiesto. Perché? Perché il premio di 800€ è per un bambino, quindi in caso di parto plurimo il premio sarà commisurato al numero di nuovi nati.



Bonus Mamma Domani: documenti necessari


Per poter far richiesta del bonus di 800€ ti serviranno una serie di documenti, vediamo insieme quali: 

- Nel caso in cui si faccia richiesta durante la gravidanza bisogna presentare in busta chiusa il certificato di gravidanza in originale o, nei casi consentiti dalla legge, in copia autenticata allo sportello o per mezzo di raccomandata. A ciò dovrai allegare anche il numero di protocollo telematico del certificato rilasciato dal medico del SSN o dal medico convenzionato. 

- Per le madri non lavoratrici è possibile saltare il passaggio precedente e sostituirlo così: è possibile trasmettere il numero identificativo composto da 15 cifre presente su una ricetta medica fatta dal medico del SSN, o comunque da un medico convenzionato, che abbia indicato un codice esenzione relativo alla condizione di gravidanza compreso tra M31 e M42. Poi sarà l'INPS stesso che controllerà che l'autocertificazione sia veritiera. 

- Se la domanda verrà presentata successivamente al parto allora la madre dovrà autocertificare l'avvenuta nascita e dovrà allegare a questa il codice fiscale del bambino per cui si richiede il bonus.



Bonus Mamma Domani: come viene pagato


Ora che sai come funziona il bonus, quali sono i requisiti necessari per accedervi e quali documenti servono, ti interesserà sicuramente sapere anche come viene pagato. 

L'importo che l'INPS eroga come premio alla nascita è di 800€ e può essere pagato secondo le seguenti modalità: 

- bonifico presso un ufficio postale; 

- accredito su conto corrente (in questo caso dovrai compilare anche il modulo SR163); 

- accredito su conto corrente postale; 

- libretto postale; 

- accredito su carta prepagata avente codice IBAN.


Ti ricordo inoltre che il bonus verrà pagato in un'unica soluzione.



Per info più tecniche ti basterà cliccare qui e verrai indirizzata direttamente al sito ufficiale dell'INPS.



Personalmente trovo che questo bonus sia un grade aiuto per noi mamme, perché sappiamo che la gravidanza non è economica (sai bene quanto costano le visite e le analisi non comprese nelle esenzioni) e sappiamo anche che nei primi mesi un neonato ha determinate necessità (pannolini, creme, visite, ecc.) che costano parecchio. Grazie quindi all'INPS che ha pensato alle famiglie che si stanno allargando e che ha deciso di sostenerle con questo contributo alla nascita.





Bonus Mamma Domani: come funziona Bonus Mamma Domani: come funziona Reviewed by Angela Soffiati on ottobre 13, 2017 Rating: 5

1 commento: