MAMMA TODAY una mamma di oggi

[5]

Bambini e videogiochi: sì o no?

 

Nell'epoca in cui viviamo i bambini sono costantemente esposti alla tecnologia. Vuoi o non vuoi quotidianamente ogni bambino ha a che fare con qualcosa di digitale. A causa di ciò i più piccoli vengono a conoscenza dei videogiochi abbastanza precocemente e conseguentemente a chiedere di poterci giocare. Ma secondo voi bambini e videogiochi è sì o no?



Oggi trattiamo un tema abbastanza controverso, parliamo di bambini e videogiochi. La domanda in particolare che vogliono pormi e porti è: bambini e videogiochi sì o no? 


Bambini e videogiochi: sì o no?


La mia risposta personale a questa domanda è nì! Cosa intendo con nì? Sì ma con della limitazioni e con delle regole ben precise. Nello specifico io mi sono imposta 5 regole, senza di queste per me non ci può essere il connubio bambini e videogiochi. Ovviamente sono regole che ho stabilito per la mia famiglia, ma credo possano essere utili come spunto anche per altri genitori. Ecco qui di seguito le regole base che seguo per far giocare i miei bambini ai videogiochi.


Bambini e videogiochi: 5 regole base


Come ti dicevo prima, secondo me il connubio bambini e videogiochi può esistere solo se vengono seguite determinate regole. Queste sono le regole che ho deciso di seguire riguardo al tema bambini e videogiochi:


1. I genitori devono essere informati sul gioco che sta per usare il bambino e controllare che sia adatto per la sua età (addirittura l'ideale sarebbe che il genitore lo provasse prima); 


2. Il genitore deve farsi vedere coinvolto dal videogioco e partecipare insieme al bambino. In questo modo il papà o la mamma saranno presenti durante tutte le fasi di gioco e potranno quindi supervisionarlo. 


3. Mamma e papà devono fissare un tempo massimo in cui i bambini possono giocare con i videogiochi. Oltre il tempo deciso si spegne la console. Bisogna fare in modo di essere rigidi su questo punto perché non va bene che i bambini stiano troppo a lungo incollati davanti a uno schermo. 


4. Il genitore dovrebbe proporre al bambino giochi che stimolino la sua fantasia e che lo aiutino ad apprendere qualcosa di nuovo. Esistono molti videogiochi istruttivi ma allo stesso tempo divertenti. 


5. Bisogna prestare sempre molta attenzione ai comportamenti dei bambini perché la dipendenza dai videogiochi può insorgere a qualunque età ed è compito dei genitori evitare che ciò accada.




Ricapitolando quindi la mia risposta alla domanda "bambini e videogiochi: sì o no?" è sì ma con delle regole ben precise e fin tanto che non vada a limitare altre attività. Ovviamente questo è un mio parere personale, così come sono personali le regole che ho scritto, quindi la mia non è una risposta da prendere come una verità assoluta.




Bambini e videogiochi: sì o no? Bambini e videogiochi: sì o no? Reviewed by Langela on gennaio 11, 2021 Rating: 5